Jump to content

Il Disco Dell'estate


Recommended Posts

  • Replies 49
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao a tutti,

 

ultimamente in disco sto sentendo spesso un brano di cui però non conosco il titolo.

 

Le parole ricorrenti nel refrain sono "Be Free" e poi mi pare che ad un certo punto dica "People Are Watching".....

 

 

 

Ok ragazzi, sono appena tornato dalla disco e sono riuscito a "catturare" un pezzo del brano di cui sopra.

 

Sentite un po':

 

http://www.youtube.com/watch?v=jTbZi0kmz3k

 

A voi......

Link to comment
Share on other sites

American Boooy....e la pista si riempie di donne!

 

 

andrea...vatti a vedere quanto l'italia sia indietro anni luce sulla musica e sul modo di viverla e ballarla...altroche' pista piena di donne...avanti con No Stress, Axwell & Dirty South, Andrea T Mendoza, Pain & Rossini, Solveig, Marakaibo e mediocrita' simili...io non ci sto...

 

saluti.

Link to comment
Share on other sites

Cece, innanzitutto mi fa piacere rivederti postare sul forum, da tempo non lo facevi.

 

Detto questo, passiamo alla questione socio-culturale-musicale: che c'azzecca Tiesto con "la commerciale"? Il fatto che riempia, tu dici, lo rende "commerciale". E fin qui ci siamo. Ma il fatto che il genere che suona Tiesto sia lontanissimo da ciò che funziona in Italia, a livello di massa, non dipende dalla cultura musicale.

 

Ti sei mai chiesto quanti sono i piatti tipici della cucina italiana? 10, 20, 30? Forse anche di più.

 

Ecco, il gusto degli italiani è come la cucina. Vario. Quindi troverai, magari a Bergamo o a Milano, gente che affermerà che i Crookers fanno house, e allo stesso tempo, in Puglia, persone che pensano all'house come a qualcosa legato a Knuckles, o Joey Negro. Ed entrambi, a loro modo di vedere, hanno ragione.

 

Me la sono rischiata...spero sia chiaro il concetto che ho in testa.

 

Oggi non c'è più il monopolio della DJ Parade, che influenzava notevolmente le playlist di migliaia di dj italiani. Se un disco funziona, lo decide la gente, nessun'altro.

 

Tutt'al più è il ruolo del dj che si è (parlo mediamente, ovvio) un po' evoluto: non essendoci più le linee guida radiofoniche, ci sono maggiori possibilità che un dato disco "sconosciuto" possa diventare, localmente, una hit. Sono resident da svariati anni nello stesso locale ad Alassio, posso assicurare che sono tanti i dischi che sono diventati hit pur non essendo presenti su: compilation/lettorimp3usaegetta/playlistdialbertino/playlistdimarcoravelli.

 

http://mp3.juno.co.uk/MP3/SF1312761-02-01-02.mp3

Perdonate il potenziale spam (in passato fui punito con X giorni di sospensione per avere messo un link del genere...speriamo non accada niente!), ma se ascoltate quanto sopra trovate il brano che caratterizza un particolare momento delle mie serate: quando arriva QUEL suono, un po' anni 50, la gente viene trasportata in un'altra epoca, un'altra dimensione. E posso assicurare che le prime volte ho vissuto attimi di forte tensione, immaginandomi l'arrivo del boss, magari inquietato dal QUEL suono così atipico. Ma ho insistito.

 

Ricollegandomi ad un discorso di un altro topic, dove si parlava di riempipista in un locale dove a luglio 2008 la pista si sveglia solamente con Rise Up di Yves Larock, ribadisco che se un dj ha gli attributi, il coraggio di rischiare qualcosa che va oltre mettere i Lunapop o il megamix di Grease, allora riesce a GENERARE una hit. E con essa anche un set in cui proporre un po' di tutto, da Mendoza a Dirty South, da Sinclar a Tiesto. Un bravo dj non ha generi, etichette, secondo me. E' un cultore di musica, che riesce a tenere alto il livello di attenzione della gente che ha di fronte, mescolando con una certa logica diversi generi di musica.

 

 

PS : Tiesto mi piace molto

Link to comment
Share on other sites

No, no hai frainteso!

 

Certo che Knuckles è house, ci mancherebbe. Affermare il contrario sarebbe come dire che Jimi Hendrix non è rock.

 

Intendevo dire che allo stato attuale delle cose, il background musicale/culturale house può essere profondamente diverso se si guarda al Sud (dove mediamente si è rimasti a sonorità più funky-oriented) piuttosto che al Nord (dove house è oramai, ahimè, sinonimo di electro-house e derivati).

Link to comment
Share on other sites

ciao a tutti

 

queste le mie preferite di quest' estate

 

majai - phoria(dj shah remix)

 

armin van buuren feat. sharon den adel - in & out of love(extended mix)

 

dj shah - back to you(feat. Adrina Thorpe)/over & over (feat. Nadja Nooijen)

 

:cuore:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...