Jump to content

vinylmania

Members
  • Posts

    320
  • Joined

  • Last visited

Profile Information

  • Gender
    Male

Recent Profile Visitors

687 profile views

vinylmania's Achievements

DJP-Community Regular

DJP-Community Regular (8/14)

  • First Post
  • Collaborator
  • Conversation Starter
  • Week One Done
  • One Month Later

Recent Badges

0

Reputation

  1. Sono abbastanza certo che passava sempre l'originale, alla nausea
  2. È un mashup rispettivamente tra theloveyoufeel mix, il remix di Tall Paul, New Atlantic mix e U4EA mix
  3. Fino al 2004, distanza di anni non mi risulta, di parecchi mesi si.. Un esempio eclatante è stata Blue la cui prima stampa era sugli scaffali da ottobre 98 ed entrò in djp ad aprile 99. Ma quella fino ad allora fu praticamente ignorata ovunque, non solo da radio deejay.
  4. No che io ricordi a parte i dischi di Natale Poing fu l'unica..
  5. Successe anche con "Poing" nel giugno '92 Una buona classifica comunque, ho apprezzato molto anche l'entrata di qualcosa un po' più "alternativa" quale Bel mercy e Guddi riddim
  6. Infatti io parlavo specificamente di questo genere.. (lascia proprio perdere gli ignoranti che dicevano "se non è suonata con strumenti reali allora non è musica o è solo tunz tunz e stronzate simili" I boomer che intendevo io schifavano la dance perché affezionati morbosamente alla disco, alla Italo disco etc, e probabilmente mai e poi mai avrebbero pensato che dopo decenni qualcuno se la sarebbe ricordata.. Detto questo "Dance commerciale deejay parade style" nel mio vocabolario non esiste. Io faccio una distinzione tra programma e musica; sai bene che la Deejay parade (e il Deejay Time) erano solo un format (capofila, originale e di successo quanto vuoi) che però ruotava attorno ad un genere di musica che all'epoca sentivi OVUNQUE! E non solo in discoteca o in qualsiasi grosso network che stilava classifiche dance e nelle chart di piccole emittenti provinciali, ma proprio nei palinsesti di qualsiasi radio e tv, capitava di sentire pezzi dance in alta rotazione, inseriti tra il pop e tutto il resto. Giustamente tu dici che il mondo albertiniano è finito perché tutto ha un termine e non suscita più interesse nella nuova generazione, ma puoi presupporlo limitatamente al programma, non alla musica che passa; chi ti dice che tra vent'anni i ventenni di adesso non ricorderanno con emozione e nostalgia ciò che ballano oggi, seppure oggettivamente il mondo della discoteca ha un impatto differente rispetto al passato? Quindi se mi parli di un fattore "programma radiofonico che non lascerà più un segno" son d'accordo, ma sulla musica non puoi prevedere nulla.. E te lo dice uno che l'elettronica mainstream ha smesso di seguirla con interesse da parecchio tempo per lasciar spazio solo alla parte più underground e da club, ma nonostante ciò riconosce che alla nuova generazione può lasciare degli ottimi ricordi come per noi la dance dei 90. Perché purtroppo per noi? Ora, onestamente parlando, fattore nostalgico a parte ti divertirebbe ancora oggi sentire quello stesso format ? Quando dici che i boomer siamo noi perché ascoltiamo questa roba non sono d'accordo.. Ogni tanto mi diverto un mondo a miscelare sui piatti la dance anni 90, è normale mi piaceva e ne ho un buon ricordo, metà dei pezzi che son passati in deejay parade dal 91 al 2004 li ho su vinile, ma allo stesso modo mi emoziono nello scoprire comprare e suonare dischi nuovi, che come ho detto esulano da ciò che puoi sentire in radio oggi, ma il discorso è che la musica di oggi può piacermi ed emozionarmi tanto quanto quella di ieri; per me non esiste il discorso "purtroppo la deejay parade di allora non esiste più".. È stato un bel programma radiofonico, bei ricordi ma.. Finisce la, la musica va avanti per fortuna così anche i format e ad oggi preferisco ben altro.
  7. Queste son le stesse considerazioni che faceva una buona parte dei boomer negli anni 90, schifando il panorama musicale e la generazione dell'epoca e rimpiangendo e vivendo di musica e ricordi dei decenni precedenti.. Ed era abbastanza patetica come cosa..
  8. Tanta roba! Parecchie di queste son state longeve presenze o comunque hanno transitato in Discomaniamix, classifica che seguivo parallelamente alla djp per avere un quadro decisamente più completo.. L'accoppiata Stefano Secchi Roberto Borrelli a rete 105 era formidabile, e per quanto Albertino avesse decisamente più fantasia nella conduzione e nelle gag, sul lato tecnico nei miscelaggi a mio parere erano un po' più avanti di Fargetta.. specialmente nella prima metà dei 90
  9. Estratto dal romanzo autobiografico: "Il ruffiano ipocrita" 😂😂😂
  10. Usato roba pesante? 😂😂😂
  11. A me disturba non poco che tu storpi il nick degli utenti..
  12. Secondo me l'operazione nostalgia invece sarebbe tentare di emulare quella del passato con modi di condurre e gag che oggi sarebbero anche fuori moda e suonerebbero un po' "patetici".. Il passato è passato.. Albertino ha probabilmente adottato un modo più sobrio e adulto di condurla anche in linea con la sua età.. Io mi concentrerei più sul fattore miscelaggio dei pezzi. Fargetta realizzava in studio cose molto interessanti con la tecnologia di 20 e 30 anni fa (con uno stile adatto all'epoca ovviamente) e con ciò che c'è a disposizione oggi si può essere creativi all'inverosimile.. Ovviamente mi concentrerei anche sulla selezione dei dischi ma questo dipende dai punti di vista..
  13. Esatto! Era qui con l'ennesimo nick, Lucadj, fino pochi mesi fa.. dopo le sue solite trollate ha scritto che non avrebbe più postato ma.. Rieccolo, con la furbizia di un pesce rosso... 😂😂😂
  14. 😂😂😂 Ho avuto il sospetto dal suo primo post ma non mi son voluto pronunciare.. Ci avrei scommesso tutto l'oro del mondo che sarebbe tornato 😂😂😂
×
×
  • Create New...